Ricaricare la batteria dello smartphone, 7 errori da non fare

Quante volte vi è capitato di accorgervi che la batteria del vostro telefono che avete acquistato da meno di un anno non riesce più a mantenere la carica come all’inizio?

Un tempo ci eravamo abituati, con il vecchio Nokia 3310 per esempio, a ricaricarlo poche volte durante la settimana e la batteria sembrava non finire mai. Adesso con i cellulari di ultima generazione invece siamo costretti a ricaricarlo una volta o addirittura più volte al giorno.

La differenza sta nel fatto che sono cambiate le batterie. Prima si utilizzavano quelle di Nichel che si dovevano far caricare e scaricare completamente. Oggi negli smartphone moderni vengono invece montate le batterie agli Ioni di Litio che funzionano in modo diverso: ovvero non è necessario attendere che si scarichino o si carichino completamente. Anzi facendo così si rischia di danneggiarle. La loro durata stimata, in condizioni ottimali, è di circa 2 anni e mezzo.

Ecco alcuni consigli utili:
1.il primo consiglio è quello di cercare di non far scaricare completamente la batteria del telefono. Meglio non scendere sotto il 10-20%. Se la batteria si sta scaricando e non avete la possibilità di ricaricarla nell’immediato è consigliabile attivare la modalità di risparmio energetico che vi consente di disattivare sincronizzazione e aggiornamenti ed evitare così che il telefono si spegni.

2. il secondo consiglio è l’opposto ovvero non ricaricarle troppo, ma fermarsi all’80%. E’ sicuramente difficile seguire sempre queste indicazioni, ma questo aiuta ad aumentare la vita della batteria.

3. Non lasciare mai il telefono collegato all’alimentazione elettrica per tutta la notte. Una volta caricato al 100% infatti, il telefono consumerà sempre una minima percentuale di batteria e dunque continuerà a ricaricarsi continuamente fin quando non lo staccate. Questo può sembrare una seccatura ma se volete che la batteria del telefono duri di più non ci sono alternative.

4. Meglio non utilizzare la carica rapida del telefono. Anche se comoda perchè vi consente di ricaricare velocemente il vostro smartphone in poco tempo, danneggia la durata di vita della batteria. Alcuni telefoni oggi consentono di disattivare questa modalità e di optare per la carica lenta che impiega diverse ore. In alternativa è possibile acquistare dei caricabatterie lenti. Una buona soluzione se state dormendo.

5. Quinta raccomandazione: utilizzare gli accessori originali o in alternativa accessori di buona qualità certificati

6. Non caricate la batteria se la temperatura è troppo elevata. Se magari tornate dal mare, salite in macchina e fa caldissimo, meglio aspettare!

7. Ultimo consiglio: disattivate le funzioni che non utilizzate. Se siete fuori casa, all’aria aperta, disattivate il wifi che continua a consumare batteria perchè continua a cercare le reti e utilizzate solamente la connessione dati.

 

___________________________

Ti consigliamo:  
Condividi questo articolo
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Autore dell'articolo: Francesco Previti

29 anni, giornalista, laureato in Comunicazione, con la passione per la tecnologia. Amo il cibo, la natura e la fotografia. 📷Seguimi sul mio profilo Instagram > 📹 Mi trovi anche su Youtube >