Portabilità in ritardo da Vodafone, ecco come ottenere l’indennizzo

Vodafone sta avendo non pochi problemi in questi giorni a gestire le portabilità in uscita. Molti clienti infatti, stufi anche dell’ultimo rincaro da 1,99 euro al mese stanno cercando di lasciare l’operatore rosso con qualche difficoltà. I gestori di destinazione sono ovviamente quelli che in queste settimane offrono pacchetti tutto incluso a prezzi stracciati: Iliad, Ho.Mobile e Kena.

La portabilità del numero che di norma avviene in 2-3 giorni lavorativi sta dunque subendo dei ritardi. Un segnale che significa che in molti stanno lasciando Vodafone. Ogni operatore infatti può gestire un numero massimo di portabilità giornaliere in uscita, superato tale limite la legge consente di creare una sorta di “lista di attesa” per smaltire le pratiche in corso.

Sempre secondo la normativa vigente però, il cliente che subisce il ritardo può richiedere un indennizzo fino a 50 euro. Lo ha stabilito l’Agcom, l’Autorità Garante per le Comunicazioni, che afferma:

qualora il cliente ottenga la portabilità del numero con un ritardo superiore a due giorni lavorativi, su richiesta, potrà ottenere un indennizzo stabilito dall’operatore e comunque non inferiore a 2,5 € per ogni giorno di ritardo (7,5 € per tre giorni lavorativi di ritardo, 10 € per quattro giorni lavorativi di ritardo e così via)”.

La richiesta però non deve essere fatta al vecchio operatore ma al nuovo: sarà quest’ultimo infatti a rivalersi sul vecchio facendosi carico della richiesta del suo nuovo cliente. Per richiederlo basta chiamare il servizio clienti, mandare una mail o un fax al proprio gestore.

La portabilità del numero, come detto, richiede 3 giorni lavorativi. Agcom concede agli operatori altri due giorni per superare eventuali problemi tecnici. Dal quinto giorno dunque è possibile inviare la richiesta per l’indennizzo. 

Non perderti nessuna notizia in anteprima, iscriviti al canale Telegram >  

___________________________

Ti consigliamo:  
Condividi questo articolo
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Autore dell'articolo: Francesco Previti

29 anni, giornalista, laureato in Comunicazione, con la passione per la tecnologia. Amo il cibo, la natura e la fotografia. 📷Seguimi sul mio profilo Instagram > 📹 Mi trovi anche su Youtube >