Ricavi in calo per Vodafone, buoni i risultati per il brand “ho.”

Vodafone Italia chiude il semestre al 30 settembre 2018 con ricavi da servizi a 2.495 milioni di euro in calo del 6,4% rispetto allo stesso semestre dell’anno precedente. Nel semestre la performance finanziaria è stata influenzata dall’impatto della regolamentazione sul ritorno alla tariffazione mensile (anziché a 28 giorni) e dall’accesa competizione sul segmento mobile, parzialmente compensati dalla crescita dei ricavi e della base clienti di rete fissa Consumer ed Enterprise.

Il numero di clienti 4G raggiunge quota 12,4 milioni, in crescita del 18,5% rispetto al primo semestre dell’anno precedente (+ 1,9 milioni di clienti).

I volumi delle portabilità del numero in uscita sono aumentati del 46% rispetto allo stesso trimestre dell’anno precedente, mentre del 42% rispetto al primo trimestre 2018.

La rete 4.5G è disponibile in 20 citta, di cui 17 a 1Gigabit al secondo a fine ottobre. La copertura della rete 4G raggiunge il 98,1% della popolazione in 7.241 comuni.

I ricavi da servizi di rete fissa sono pari a 523 milioni di euro (+7,9%). Continua la crescita dei clienti di rete fissa pari a 2,8 milioni di clienti, di cui 2,6 milioni in banda larga, in crescita del 13,7% rispetto al primo semestre dell’anno precedente (+316.000 clienti).

I clienti che hanno scelto la fibra Vodafone raggiungono quota 1,4 milioni, in crescita del 64,6% rispetto allo stesso semestre dell’anno precedente (+550.000 clienti).

I servizi in fibra sono disponibili in 1.795 città italiane, di cui 35 coperte dalla fibra fino a 1 Gigabit al secondo, attraverso la partnership con Open Fiber.

Nel semestre l’EBITDA si attesta a 1.080 milioni di euro, pari al 37% dei ricavi totali.

Vodafone si è recentemente aggiudicata blocchi di frequenze in tutte le bande disponibili nell’ambito dell’asta 5G indetta dal Mise. Questo investimento, insieme all’attuale dotazione di frequenze, consente a Vodafone di consolidare la leadership nella qualità della rete, porsi all’avanguardia nella realizzazione della infrastruttura e dei servizi 5G ed accelerare lo sviluppo della propria strategia digitale.

Prosegue a ritmo serrato la sperimentazione 5G a Milano e area metropolitana, che Vodafone prevede di coprire all’80% entro dicembre 2018 per trasformare il capoluogo lombardo nella capitale europea del 5G. Già oggi sono attivi 50 siti 5G, e sono stati già avviati 30 progetti 5G, negli ambiti di sanità e benessere, sicurezza e sorveglianza, smart energy e smart city, mobilità e trasporti, manifattura e industria 4.0, education e entertainment, digital divide.

A giugno è stato lanciato ho., il second brand di Vodafone, nato per contrastare l’aggressiva offerta di Iliad. Secondo i dati diffusi, sarebbero +491.000 le portabilità nette in entrata.

A settembre 2018 Vodafone ha completato la copertura del 100% dei propri siti 4G con tecnologia Narrowband-IoT (Narrowband Internet of Things).

A ottobre 2018 Vodafone ha lanciato la Giga NetworkTM 4.5G, la nuova generazione di rete che anticipa il 5G, e supera la soglia di 1 Gigabit al secondo.

 

___________________________

Ti consigliamo:  
Condividi questo articolo
  • 4
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Autore dell'articolo: Francesco Previti

29 anni, giornalista, laureato in Comunicazione, con la passione per la tecnologia. Amo il cibo, la natura e la fotografia. 📷Seguimi sul mio profilo Instagram > 📹 Mi trovi anche su Youtube >