Fibra ottica in Calabria, Puglia e Sardegna: Open Fiber unico candidato al terzo bando

Sarà molto probabilmente Open Fiber ad aggiudicarsi i lavori per la realizzazione e la gestione della rete in banda ultra larga anche nelle regioni Calabria, Puglia e Sardegna.

La società controllata da Enel e Cassa depositi e prestiti è l’unica infatti che ha dato la propria disponibilità a partecipare al terza gara indetta da Infratel per la costruzione dell’infrastruttura in fibra ottica.

Open Fiber quindi è l’unica società ad essersi presentata e di conseguenza è l’unica ad essere stata ammessa. Quasi scontata dunque l’aggiudicazione.

I lavori consentiranno a cittadini e imprese delle tre regioni di collegarsi alla rete veloce in fibra ottica così come previsto dal Piano Ultra Banda Larga voluto dal governo per raggiungere gli obiettivi europei in termini di connettività, così come sta accadendo nel resto d’Italia.

Sono stati aperti fino ad ora 1.000 cantieri nell’ambito della prime due gare nelle cosiddette aree bianche del Paese, ovvero quelle a fallimento di mercato.

Il primo bando di gara coinvolge 3.043 comuni, con circa 4,6 milioni di unità immobiliari da coprire e oltre 7 milioni di cittadini interessati in Abruzzo, Molise, Emilia Romagna, Lombardia, Toscana e Veneto. Il secondo interessa invece circa 3.710 comuni italiani, con 3,1 milioni di unità immobiliari e 6,8 milioni di cittadini interessati in Basilicata, Campania, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Marche, Piemonte, Provincia Autonoma di Trento, Sicilia, Umbria e Valle d’Aosta.

___________________________

Ti consigliamo:  
Condividi questo articolo
  • 6
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Autore dell'articolo: Francesco Previti

29 anni, giornalista, laureato in Comunicazione, con la passione per la tecnologia. Amo il cibo, la natura e la fotografia. 📷Seguimi sul mio profilo Instagram > 📹 Mi trovi anche su Youtube >