Google potrebbe presto diventare operatore telefonico virtuale: ottenuta la licenza europea

Google è pronta a lanciare la sfida agli operatori italiani diventando un nuovo gestore virtuale con regolare licenza rilasciata dall’Unione Europea. La notizia della richiesta inviata alla EUIPO (European Union Intellectual Propoerty Office) è del 10 dicembre, segno che l’azienda di Mountain View sta muovendo i primi passi in questi giorni per portare anche in Europa Google Fi.

Per chi non conoscesse Google Fi, si tratta dell’operatore telefonico di Google che opera negli Stati Uniti e che offre offerte molto convenienti per il mercato americano. Come tutti i progetti dell’azienda di Mountain View, il funzionamento di Google Fi è molto differente rispetto ai classici operatori che abbiamo qui in Italia: non si appoggia sulle classiche antenne telefoniche, ma solamente su degli hotspot Wi-Fi. Chiamate, messaggi, internet, tutto avviene tramite la linea dati. Finora in Europa nessuno utilizza questo sistema e se Google decidesse di sbarcare in Italia sarebbe costretta a stringere degli accordi con gli altri operatori per riuscire a far funzionare la sua rete telefonica.

Google Fi, come funziona
Google Fi è una diretta conseguenza di Project Fi, lanciato da Google nel 2015 con l’obiettivo di diventare un operatore telefonico negli Stati Uniti. Come accennato in precedenza, Project Fi non funziona come i classici operatori italiani, ma basa tutto su un sistema di hotspot Wi-Fi tramite i quali chiamare, inviare SMS e connettersi alla rete dati. Negli Stati Uniti, unica nazione dove finora Google Fi funziona, sono stati installati oltre due milioni di hotspot Wi-Fi anche grazie all’aiuto degli altri operatori telefonici (Sprint, T-Mobile, US-Cellular). Google Fi è come se fosse una sorta di operatore virtuale, ma con caratteristiche leggermente differenti.

Google Fi, quando arriva in Italia
La richiesta inviata alla EUIPO (European Union Intellectual Propoerty Office) è solo il primo passaggio per poter diventare un operatore europeo e poi italiano. La trafila è piuttosto lunga e prima che Google Fi diventi un concorrente pericoloso per Tim, Vodafone, Wind-Tre e Iliad sarà necessario ancora un po’ di tempo. E bisognerà capire anche in che modo Google adatterà il modello Google Fi al panorama europeo.

Google Fi, le offerte
Parlare di tariffe è ancora molto presto. Però è possibile iniziare a vedere i prezzi che Google Fi offre negli Stati Uniti. Rispetto a quanto siamo abituati in Italia il costo di un abbonamento mensile è proibitivo: 20 dollari per avere messaggi e chiamate illimitate, mentre per il traffico dati è necessario pagare 10 dollari per ogni GB consumato, con la spesa che può arrivare fino a 60 dollari per 20 GB. Se Google Fi dovesse sbarcare in Italia dovrà per forza di cose ritarare i propri prezzi, perché al momento non sarebbero concorrenziali.

 

fonte Libero Tecnologia

🔥 PROMO: Connessione 4G per la casa? Veloce e conveniente!

 
Condividi questo articolo
  • 11
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Francesco Previti

29 anni, giornalista, laureato in Comunicazione, con la passione per la tecnologia. Amo il cibo, la natura e la fotografia. 📷Seguimi sul mio profilo Instagram > 📹 Mi trovi anche su Youtube >

x Close

Like Us On Facebook