“L’arrivo di Iliad ha innescato perdite per 300 milioni nel settore tlc”, il report Mediobanca

Perdite per 300 milioni di euro a danno dei concorrenti. L’arrivo di Iliad in Italia ha causato un calo di entrate nei confronti degli altri operatori telefonici. E’ quanto emerge dallo studio di Mediobanca sulle telecomunicazioni.

L’impatto si è fatto sentire anche sull’Arpu (ricavi medi per unità): gli oltre 2 milioni di clienti acquisiti dall’operatore francese hanno portato ad un calo dell’Arpu anche degli altri operatori che hanno puntato alla creazione di brand low cost, come Kena e Ho Mobile.

Nei primi nove mesi del 2018 in salita soltanto Fastweb (+7,2%) e Postemobile (+5,8%) mentre per le altre compagnie le performance sono in netto caloWind 3 registra ricavi in calo dell’11,2%, Tiscali del 10,8% nella prima metà dell’anno, Tim del 3,1% Vodafone del 6,2% nella prima metà dell’anno.

Per quanto concerne le quote di mercato nel mobile (inclusi gli operatori virtuali e le not human Sim), Tim torna primo operatore (31,0% a fine settembre), davanti a Vodafone Italia (29,4%), Wind Tre (29,1%), PosteMobile (3,9%), e Iliad (2,2%).

Le infografiche>

Condividi questo articolo
  • 5
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Autore dell'articolo: redazione 5gnews