Domenica si accende il 5G, cinque parlamentari chiedono lo stop: “è dannoso”

A pochi giorni dall’accensione del 5G, alcuni parlamentari chiedono di bloccare l’attivazione della nuova tecnologia.

Milano, Roma, Torino e Bologna sono le quattro città italiane nelle quali debutterà per la prima volta la nuova rete 5G. L’operatore che ha battuto tutti sul tempo è Vodafone che ha annunciato l’accensione della tecnologia già da domenica prossima.

Ma alcuni parlamentari si dicono preoccupati e chiedono la sospensione immediata ai sindaci delle città interessate. In particolare gli esponenti politici denunciano un “pericolo per la sanità pubblica” poichè il 5G si baserà su “inesplorate frequenze prive di studi preliminari sul rischio per la salute”.

 La richiesta arriva da Montecitorio e Palazzo Madama ed è partita dai parlamentari Sara Cunial e Silvia Benedetti, Deputate del Gruppo Misto, Veronica Giannone e Gloria Vizzini, Deputate del Movimento 5 Stelle e Saverio De Bonis, Senatore del Gruppo Misto.

“La rete 5G pubblicizzata come ultima frontiera dell’innovazione prevede in realtà un’esposizione massiccia della popolazione all’inquinamento elettromagnetico – spiegano dalla Camera dei Deputati i parlamentari firmatari dell’istanza.

Vodafone accenderà il 5G in quattro città italiane e si prepara ad accenderlo in altre 100 nei prossimi mesi. Sono stati anche annunciati alcuni smartphone compatibili con la nuova rete che saranno disponibili dal 16 giugno.

Nel giro di poche ore non si è fatta attendere la replica di Asstel che parla di richiesta “intempestiva ed irrispettosa nei confronti del Parlamento”.

Il Parlamento, infatti, avrebbe “avviato da mesi un’indagine conoscitiva sulle nuove tecnologie delle telecomunicazioni, nel corso della quale sono stati ascoltati rappresentanti dell’industria, delle istituzioni scientifiche e sanitarie, esperti del mondo dell’ambientalismo e scienziati di chiara fama.” 

Non c’è affatto pericolo per la salute quando si parla di reti 5G secondo Asstel che conclude dicendo che “gli effetti delle radio-frequenze fino a 300 Gigahertz, incluse quindi anche le frequenze utilizzate dalle reti 5G, sono stati studiati dalla ricerca scientifica internazionale, sono noti e valutati non dannosi entro i limiti stabiliti a livello mondiale ed europeo.”

🔥 PROMO: Connessione 4G per la casa? Veloce e conveniente!

 
Condividi questo articolo
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Francesco Previti

29 anni, giornalista, laureato in Comunicazione, con la passione per la tecnologia. Amo il cibo, la natura e la fotografia. 📷Seguimi sul mio profilo Instagram > 📹 Mi trovi anche su Youtube >

x Close

Like Us On Facebook