Sono state aperte oggi le buste con le offerte delle compagnie telefoniche che partecipano all’asta dello Stato per l’assegnazione delle frequenze 5G.

Loading...

La vendita ammonterà a circa 2,5 miliardi.

Giovedì invece partirà la sfida tra le società, a colpi di rilanci, per le frequenze più ambite.

Le società ammesse all’asta sono 7: Tim, Vodafone, Wind Tre. Ci sono poi anche Linkem, Open Fiber, Fastweb e Iliad.

Loading...

In una nota, il Ministero dello Sviluppo economico informa che “cinque società hanno presentato le offerte economiche iniziali, mentre le società Linkem e Open Fiber, che pure erano state ammesse alla procedura, non hanno presentato offerte”.

Iliad, si aggiudica la banda a lei riservata in quanto nuovo entrante nel mercato della telefonia mobile nazionale. Banda pari a 10 megahertz. Il prezzo, per Iliad, era quello della base d’asta: dunque 676 milioni 472 mila 792 euro.

Tim e Vodafone dovrebbero aggiudicarsi le frequenze della banda 700 (quella che assicura copertura a lunga distanza) dove il meccanismo dei rilanci non dovrebbe mettere in discussione la loro conquista.

Le società si preparano a duellare con il meccanismo dei rilanci.

Se sei interessato alla telefonia, segui 5Gnews sulla pagina Facebook e sul canale Telegram.

Give a Comment