Un ricorso contro Fastweb in merito alla frequenze per il 5G. A presentarlo sono stati Vodafone e Iliad. Il motivo? A luglio Fastweb aveva acquistato per 150 milioni, la società che offre internet wifi “Aria” insieme ad alcune frequenze prima possedute da Tiscali, sapendo poi che avrebbe potute utilizzarle per il 5G.

Loading...

In particolare la società telefonica ha acquistato ben 40 Mhz nella banda 3,4-3,6 Ghz e 836 torri radio a un prezzo nettamente inferiore ai valori di mercato – stabiliti poi dall’asta 5G. Lo sanno bene gli altri operatori: TIM, Vodafone, Iliad e Wind Tre che per blocchi compresi tra 20 e 80 Mhz ne hanno dovuto sborsare tra i 483 milioni di euro e 1,6 miliardi di euro. Insomma, Fastweb non partecipando all’asta e acquistando prima la società Aria e le sue frequenze, ha pagato molto meno grazie a questa operazione di acquisto.

Loading...

Il ricorso è stato presentato al TAR del Lazio,  al Ministero dell’Economia e delle Finanze, AGCOM e Antitrust. E’ stata inoltre presentata interrogazione del M5S al Ministro dello sviluppo economico Luigi Di Maio.

Se sei interessato alla telefonia, segui 5Gnews sulla pagina Facebook e sul canale Telegram.

Give a Comment