Wind Tre, la nuova rete sarà completata entro l’estate: la sfida a Tim e Vodafone

Wind Tre punta al completamento della propria rete mobile entro la fine dell’estate. In molte zone d’Italia la situazione è già nettamente migliorata.

Va verso la conclusione l’unificazione delle reti Wind e Tre dopo la fusione. L’obiettivo finale è quello di creare una nuova rete che garantisca una maggiore copertura, migliori prestazioni, fino al 250% in più rispetto al passato ed essere pronti al lancio del 5G.

In questi giorni, Wind Tre oltre a presentare le proprie offerte commerciali ai rivenditori ha anche parlato del futuro della sua infrastruttura. I lavori partiti da circa due anni e realizzati da Zte ed Ericsson, dovrebbero concludersi – secondo quanto riporta Mondo 3 – entro la fine dell’estate, quando Wind Tre potrà contare un un totale di 21.000 antenne aggiornate alle ultime tecnologie disponibili (4G+ e 4.5G). Da quel momento saranno definitivamente spente le vecchie reti distinte Wind e Tre, cosa che è già avvenuta in gran parte del Paese.

Tutte le località turistiche comunque dovrebbero avere la nuova rete entro l’inizio dell’estate. Ma cosa cambia nello specifico? Tecnicamente si tratta di una sostituzione fisica di quasi tutti gli apparati. I nuovi impianti sono predisposti per irradiare oltre al 2G e al 3G, anche il 4.5g che garantisce una velocità teorica di 1 Gigabit al secondo.

Stando alle rilevazioni effettuate sul campo, nella maggior parte dei casi vengono attivate fino a 4 bande in 4G: B1, B3, B7 e B20. L’aggregazione contemporanea di queste frequenze consente quindi di ottenere fino a 1 Gigabit al secondo sui telefoni compatibili, una velocità mai vista finora con Wind e Tre.

Un investimento importante per il gruppo che in termini di impianti, numericamente parlando, sta per raggiungere i grandi competitors Tim e Vodafone. Stando ai dati raccolti da Lteitaly, sul podio al momento c’è Vodafone con 17.835 antenne, seguita da Tim con 16.934 e poi Wind Tre con una cifra leggermente inferiore: 16.160. Numeri che per Wind Tre crescono di giorno in giorno, con l’obiettivo finale di arrivare a 21.000 siti entro settembre 2019.

A fine estate dunque si concluderà quello che tecnicamente è chiamato “consolidamento della rete”, ovvero la sostituzione degli apparati fisici e l’accensione della nuova rete Wind Tre. Poi nei mesi successivi continueranno gli interventi per ottimizzare le prestazioni in ogni singolo impianto.

Migliora anche la qualità delle chiamate. In alcune zone è già disponibile HD voice che consente di effettuare chiamate voce ad alta definizione mentre nei prossimi mesi è prevista l’attivazione del VoLTE che consentirà di effettuare chiamate nitide anche su rete 4G.

A beneficiare della nuova rete sono fra gli altri anche i clienti Iliad e Postemobile che si appoggiano su Wind Tre. Iliad intanto sta continuando ad accendere i suoi impianti in rete proprietaria (al momento sono circa 300 le bts accese rilevate).

Tutta Italia è ormai praticamente interessati dai lavori per la rete unica. Le zone già completate e ufficializzate dal gestore sono disponibili sul sito https://superrete.windtre.it/ mentre per conoscere quelle work in progress è possibile consultare il sito indipendente Lteitaly.it che fornisce la situazione in tempo reale.

🔥 Dici addio alla linea fissa, naviga con questo router 4G

Condividi questo articolo
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Francesco Previti

29 anni, giornalista, laureato in Comunicazione, con la passione per la tecnologia. Amo il cibo, la natura e la fotografia. 📷Seguimi sul mio profilo Instagram > 📹 Mi trovi anche su Youtube >

x Close

Like Us On Facebook