sperimentazione 5g
Foto freepik

L’Agcom cerca di mettere a tacere le polemiche sulla presunta pericolosità della sperimentazione 5G. Lo fa attraverso il suo presidente Angelo Marcello Cardani che afferma: “Sembra rientrata la preoccupazione iniziale degli effetti ambientali e sanitari del 5G, tecnologia che tra l’altro espone a un inquinamento elettromagnetico molto inferiore rispetto ai 2G/3G/4G”. 

Loading...

Da quando in Italia si è iniziato a parlare di 5G, si è diffusa la psicosi sui presunti effetti negativi di questa nuova tecnologia. Tanto che alcuni parlamentari, a giugno, poco prima dell’accensione della rete, ne avevano chiesto, senza successo, lo stop. Il presidente dell’Autorità Garante per le Comunicazione oggi definisce però “totalmente infondate” queste preoccupazioni e ha ribadito il fatto che si tratti di una tecnologia “assolutamente non pericolosa secondo pareri altamente qualificati”.

Al contrario, in Italia i limiti legati all’inquinamento elettromagnetico, sostiene, non solo sono molto più restrittivi rispetto a quelli degli altri Paesi europei ma causano anche un rallentamento all’espansione e lo sviluppo del 5G sull’intero territorio nazionale. Un problema già sollevato dagli operatori nei mesi scorsi.

Nonostante i limiti, gli operatori mobili italiani hanno già iniziato a sviluppare le loro reti in diverse città italiane nell’ambito della sperimentazione 5G. Proprio nei giorni scorsi Vodafone aveva dimostrato come il 5G può essere utile alla sicurezza stradale, dopo la recente dimostrazione del primo intervento in Italia di chirurgia da remoto.

Loading...

Sulla questione fra l’altro, si è espressa ieri la Sottosegretaria allo sviluppo economico Mirella Liuzzi, affermando che confermando i limiti, al momento non si valuta la possibilità di modificare i limiti dell’elettromagnetismo. “Il Ministero dello sviluppo economico – ha affermato – sta portando avanti un lungo e complesso lavoro che fa sì che oggi l’Italia sia uno dei Paesi più avanzati a livello europeo per lo sviluppo della tecnologia 5G. I limiti non sono in discussione”, ha dichiarato la Liuzzi.

Se sei interessato alla telefonia, segui 5Gnews sulla pagina Facebook e sul canale Telegram.

Give a Comment