5G nei Paesi Bassi, tribunale boccia il ricorso: “non ci sono rischi”

5g paesi bassi

I tentativi di coloro che intendono bloccare il l’installazione in tutto il territorio dei Paesi Bassi della nuova rete 5G sono falliti oggi davanti al Tribunale statale olandese. Come riporta Agenzia Nova, citando un quotidiano locale “il Tribunale ha dichiarato oggi che non esiste alcuna ragione per bloccare il processo del 5G in quanto il governo dei Paesi Bassi non sta agendo in maniera illecita mettendo all’asta le frequenze per la nuova rete veloce.

Secondo quanto evidenziato dalla Corte, inoltre, lo Stato olandese ha anche chiarito che interverrà laddove dovessero accertarsi rischi specifici per la salute. La campagna Stop5Gnl, nei Paesi Bassi, sostiene che sono state condotte ricerche insufficienti sugli effetti del 5G che a loro modo di vedere comporterebbe rischi significativi per la salute.

Nelle scorse settimane si sono registrate proteste ad Amsterdam e L’Aja, mentre il governo ha in programma l’asta per le frequenze del 5G nel mese di giugno in modo da avere una rete funzionante su tutto il territorio del paese entro la fine del 2020. 

Il dibattito sul 5G come è noto, infiamma anche l’opinione pubblica in Italia. E’ di qualche giorno fa, la presa di posizione dell’Anci rivolta ai sindaci invitandoli a non alimentare la disinformazione sul tema.

Condividi questo articolo
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
x Close

Like Us On Facebook