Da settembre 2021 le compagnie telefoniche della Gran Bretagna non potranno affidarsi a Huawei per implementare il 5G.

Loading...

Lo ha deciso il governo approvando un piano per eliminare l’azienda cinese dalle reti mobili ad alta velocità. La Gran Bretagna ha inoltre già ordinato la rimozione di tutte le apparecchiature 5G Huawei già installate entro la fine del 2027. Gli operatori altrimenti rischiano una sanzione di 100.000 sterline. Una decisione in linea con la posizione portata avanti fino a qualche settimana fa dagli Stati Uniti, il cui governo Trump sosteneva che l’azienda cinese pone rischi per la sicurezza. Secondo alcune recenti indiscrezioni anche l’Italia andrebbe verso questa direzione.

La Cina, secondo quanto riporta La Stampa, ha criticato la mossa, mentre Huawei ha espresso la sua delusione per la decisione della Gran Bretagna di escluderla dal lancio del 5G. L’annuncio precede il dibattito sulla nuova legislazione sulle telecomunicazioni in parlamento e definisce la tempistica per la rimozione delle apparecchiature.

Loading...

Il governo inglese ha anche annunciato una strategia per diversificare la catena di fornitura 5G, in collaborazione con la società giapponese NEC e la creazione di nuove strutture di ricerca.

Gli operatori di telefonia mobile britannici BT, Vodafone e Three hanno tutti lanciato il 5G utilizzando Huawei in alcune parti delle loro reti di accesso alle rete cellulare. Sono ora passati a fornitori alternativi come Ericsson e Nokia.

Se sei interessato alla telefonia, segui 5Gnews sulla pagina Facebook e sul canale Telegram.